Insonnia

Dormire poco o male o poco e male porta a diversi effetti che possono diventare importanti laddove i disturbi del sonno si protragano nel tempo.

 

Chi ne soffre:

- impiega molto tempo ad addormentarsi oppure si addormenta ma si sveglia nel cuore della notte senza riuscire a riprendere un sonno profondo,

- dorme solo per piccoli intervalli di tempo

- resta sveglio tutta la notte

Queste difficoltà implicano conseguenze nel quotidiano come:

- irritabilità

- sentirsi stanchi già al risveglio

- difficoltà di concentrazione

- difficoltà mnemoniche

- comparsa di ansia e tono depresso dell'umore

- sonnolenza durante la guida

- nelle persone anziane si aggiunge il rischio di cadute

 

L'insonnia è un disturbo del sonno e consiste nell'incapacità di addormentarsi e dormire nonostante il nostro corpo ne abbia bisogno. La gravità di questo problema si definisce in base a due criteri:

 

1. durata:

- insonnia transitoria: dura pochi giorni, insorge solitamente in persone con un normale ritmo del sonno ed è perlopiù associata a cause di ordine contingente (cambiamenti ambientali, eventi particolari)

- insonnia acuta: riguarda l'impossibilità di avere un sonno ristoratore per circa un mese: Questa si presenta in concomitanza a stress prolungati ( ad es. Una lunga malattia) o di situazioni (lutto).

- insonnia cronica: quando perdura per più di un mese e può rappresentare un disturbo primario o causato da altre patologie.

 

2. tipologia di sintomi:

- insonnia iniziale: riguarda la difficoltà nel prender sonno

- insonnia intermittente o centrale: quando si verificano diversi risvegli durante il sonno

- insonnia terminale: quando si ha un risveglio precoce e non si riesce a riprendere sonno.

 

Le cause più frequenti di insonnia riguardano: disturbi del sonno correlati (ad es. apnea notturna) stress, ansia, depressione, malattie e dolore fisico cronico (o comunque di lunga durata) come la fibromialgia, menopausa, iperattività della tiroide, fattori ambientali, assunzione di farmaci, elevato consumo di caffeina o di bende che contengono un'alta concentrazione, uso eccessivo di smartphone e schermi luminosi, jet-leg, lo stile di vita sregolato.

Secondo alcuni ricercatori riposare poco e male incide sulla capacità dell’organismo di rispondere alle sollecitazioni degli ormoni dello stress durante la giornata con una ricaduta importante sulla regolazione della pressione sanguigna.

In queste condizioni si può presentare una eccessiva sonnolenza diurna, deficit di attenzione, di concentrazione e memoria che possono assumere un carattere invalidante nella vita quotidiana, sia lavorativa che domestica/relazionale.

L'insonnia protratta nel tempo può rendere più difficile, fino ad interrompere, la capacità di discernere ciò che è un evento emotivo da uno stimolo neutro. Ne consegue che possiamo essere provocati nella stessa misura da qualunque stimolo, anche neutro, perdendo la capacità di equilibrare risposte emotive e comportamentali.

Da qui l'insorgenza di una distorsione dei processi cognitivi, l'alterazione della capacità di giudizio e la tendenza a fornire risposte di tipo ansiogeno.

 

Dormire male ci porta a pensare male e soprattutto a costruire riflessioni paranoiche, talvolta irrealistiche, che possono avere come lo spiacevole effetto di rovinare le nostre relazioni sociali (Myers et al., 2011).

Il trattamento dell'insonnia comprende vari approcci a seconda della tipologia che si presenta.

Fondamentale risulta curare una buona igiene del sonno:

-mantenere una certa regolarità, andando a dormire e alzandosi dal letto sempre alla stessa ora

-che la camera in cui si dorme sia fresca, buia e silenziosa, letto e il cuscino dovranno essere confortevoli

-praticare un'attività fisica quotidiana che facilita il sonno, ma non a ridosso dell'ora di andare a letto

-evitare il consumo di cibi pesanti, alcolici o sostanze stimolanti

-evitare il pisolino pomeridiano

-cercare di effettuare, prima di andare a letto, delle attività rilassanti (come un bagno caldo, o usare tecniche di rilassamento).

 

Ti senti stanca, spossata fin dal risveglio, come se non avessi dormito?

Sei irritabile?

Hai difficoltà di concentrazione?

Hai difficoltà a ricordare ciò che ti viene detto?

Hai difficoltà a prendere sonno o ti svegli durante la notte senza riuscire a riprendere sonno?

Hai tutti i sintomi sopra descritti e ti senti depresso?

 

Soffri di insonnia e sei di Ravenna?

Fissa un appuntamento chiama il 349776 9165